RP Liguria

“Echoes From Levia Soulbound”, un videogioco per non vedenti e ipovedenti sviluppato in Italia

Trasformare un’idea in progetto rivolto a una nicchia ristretta di videogiocatori con disabilità visive è una scommessa coraggiosa. La mancanza di dati certi e pubblicamente accessibili sugli audiogiochi innalza il fattore di rischio imprenditoriale per un piccolo studio.

Nonostante queste criticità i ragazzi di Cloverbit sono riusciti a recuperare sufficienti informazioni per realizzare “Echoes From Levia: Soulbound”, un videogioco fantasy rivolto a un pubblico di giocatori non vedente e ipovendente.

Nel caso di un audiogioco la storia è fondamentale sia per contestualizzare gli eventi che per dare la massima immersività dell’utente. La trama si ispira al medioevo nordico ed è riuscita a dare delle descrizioni vive degli ambienti in cui il giocatore si troverà immerso, fornendo precise informazioni geografiche e storiche, senza togliergli la libertà di aggiungere dettagli immaginifici.

Per ulteriori informazioni e maggiori dettagli si rimanda all’articolo apparso sul quotidiano “La Stampa”: https://goo.gl/w7CvEA

Su questo tema consigliamo anche di leggere l’articolo apparso sullo stesso quotidiano che riguarda il videogioco “A Blind Legend” disponibile gratuitamente da inizio 2015, per dispositivi mobili, su App Store e Google Play:
http://www.lastampa.it/2014/10/21/tecnologia/giochi/a-blind-legend-un-videogioco-per-non-vedenti-lha1Q3h21jGbd7ANkBdSPK/pagina.html

Torna alla lista delle notizie varie
Torna alla pagina 'News'